Favignana e Levanzo

Logo Gironavigando

Paradiso a due passi da casa

Fine agosto. Trekking nautico di soli due giorni, pochi, ma intensi. Era da parecchio tempo che volevamo esplorare le Egadi, a bordo dei nostri kayak. Per un motivo o per un altro, abbiamo dovuto sempre rimandare... adesso eccoci qua!

L'idea iniziale era quella di caricare i kayak in macchina, raggiungere il porto di Trapani e prendere il traghetto che collega Trapani con Favignana. Il giorno prima della partenza abbiamo cambiato idea.

Partendo con i kayak dalla spiaggia di San Teodoro in territorio di Marsala (proprio di fronte Favignana) avremmo impiegato poco più di un ora (la traversata è di circa 8 Km), praticamente poco più della durata del traghetto Trapani-Favignana. La scelta è stata azzeccata: partiamo la mattina molto presto, mare calmo. Durante la traversata stiamo all'erta sul possibile transito, dell'aliscafo Marsala-Favignana, che incrocerebbe la nostra rotta.

Programma della giornata: traversata per Favignana da San Teodoro (Marsala), mezzo periplo di Favignana, traversata per Levanzo e periplo di Levanzo.

Pronti per la partenza da S. Teodoro (Marsala)

Pronti per la partenza da S. Teodoro (Marsala). Da sinistra, sullo sfondo, prima Favignana poi Levanzo

Mare calmo. Sullo sfondo l'isola di Levanzo

Mare calmo. Sullo sfondo l'isola di Levanzo

Danilo, prime pagaiate

Danilo, prime pagaiate

Nella seguente foto, l'ingresso nord dello Stagnone di Marsala che ci lasciamo alle spalle, delimitato dalla Torre San Teodoro a sinistra e da un rudere della casa patronale di Altavilla a destra.

L'ingresso dello Stagnone:

Ingresso dello nord dello Stagnone di Marsala

Pagaiamo sciolti verso Favignana, arrivati in prossimità dell'isola, si alza una leggero vento da sud che increspa l'acqua. Siamo arrivati sulla costa est di Favignana, a Bue Marino, uno dei posti più visitati dell'isola.

Traversata per Favignana quasi conclusa

Traversata per Favignana quasi conclusa

Bue Marino, posto suggestivo caratterizzato da una scogliera di tufo

Bue Marino, posto suggestivo caratterizzato da una scogliera di tufo

Cala Rossa, forse la più famosa. Da terra si apprezza molto di più

Cala Rossa, forse la più famosa. Da terra si apprezza molto di più

>Cala Rossa

Cala Rossa

Silvio a Cala Rossa

Silvio a Cala Rossa

Facciamo la prima sosta nella cala San Nicola. Non bellissimo come posto, ma comodo. Le possibilità di approdo nell'isola non sono tantissime vista la quasi assenza di spiagge di sabbia.

Sosta a Cala San Nicola

Sosta a Cala San Nicola

Ripartiamo direzione porto. Navighiamo in un'acqua bassissima affollata da scogli di varia dimensione, ci addentriamo facendo la gimkana tra essi e ci godiamo questo tratto di mare così atipico.

Scalo San Giuseppe: tra scogli di diverse dimensioni e acqua bassissima

Scalo San Giuseppe: tra scogli di diverse dimensioni e acqua bassissima

Scalo San Giuseppe: sullo sfondo il monte Santa Caterina (314 m)

Scalo San Giuseppe: sullo sfondo il monte Santa Caterina

Scalo San Giuseppe: tra scogli di diverse dimensioni e acqua bassissima

Scalo San Giuseppe: in alcuni punti bisogna scendere anche dal kayak

Scalo San Giuseppe: tra scogli di diverse dimensioni e acqua bassissima

Scalo San Giuseppe: tra scogli di diverse dimensioni e acqua bassissima

Scalo San Giuseppe: tra scogli di diverse dimensioni e acqua bassissima

Scalo San Giuseppe: tra scogli di diverse dimensioni e acqua bassissima

Una barca per escursioni vicino l'imboccatura del porto di Favignana

Una barca per escursioni vicino l'imboccatura del porto di Favignana

Ammiriamo il monte Santa Caterina (314 m). In cima ad esso si erge il Forte di Santa Caterina (visibile nella foto seguente), una fortezza, che a partire dal XII secolo fu voluta come sistema difensivo contro gli attacchi saraceni. Venne eretto su tre torri e forse è da lì che deriva lo stemma di Favignana: tre torri e un rapace (che rappresenta il nemico).

Successivamente a partire dal 1794, ai tempi dei Borboni, fu convertito in carcere, tristemente denominato come "fossa" di Santa Caterina. "U carciri di Santa Catarina è ammintuatu, cu trasi c'a parola, nesci mutu". I condannati, quasi tutti ergastolani tra cui diversi eroi del Risorgimento, vivevano in celle scavate nella roccia, umida altissima, freddo, buio, acqua gelida. Un luogo di tortura più che una prigione!

Monte Santa Caterina. In cima si intravede il Castello

Monte Santa Caterina. In cima si intravede il Castello

Passato il porto ammiriamo, anche se da lontano, la Tonnara Florio, tra le tonnare più grandi e importanti di tutto il Mediterraneo. Qui si inventò il sistema di bollitura e inscatolamento in latta, che ancora oggi viene usato. La tonnara non è più attiva, oggi appartiene alla Regione Sicilia che l'ha convertita in museo.

Tonnara Florio

Direzioniamo la prua a nord-ovest verso punta Faraglione, il capo più a nord dell'isola e il più vicino all'isola di Levanzo.

Superato il porto la costa è rocciosa

Cala Fumeri

Ci avviciniamo al punto più a nord dell'isola. Sulla destra l'isola di Levanzo.

Verso punta Faraglione

Verso punta Faraglione

Facciamo una sosta a Punta Faraglione e pranziamo con un panino. Scattiamo parecchie foto, facciamo il bagno e ripartiamo per fare la traversata che ci permetterà di raggiungere Levanzo. Nessuno dei due c'è mai stato e la curiosità è grande.

Caletta di Punta Faraglione

Sosta nella caletta di Punta Faraglione

Caletta di Punta Faraglione

Caletta di Punta Faraglione

Caletta di Punta Faraglione

Punto Nave a Punta Faraglione

Bagno a punta Faraglione

Bagno a punta Faraglione

Vista dell'isola di Marettimo da Punta Faraglione

Vista dell'isola di Marettimo da Punta Faraglione

Vista di Levanzo da Punta Faraglione

Vista di Levanzo da Punta Faraglione

Piscina naturale nella caletta di Punta Faraglione

Piscina naturale nella caletta di Punta Faraglione

Altra visuale della caletta di Punta Faraglione

Altra visuale della caletta di Punta Faraglione

La traversata da Punta Faraglione fino a Levanzo è di circa 4 Km. Di traghetti diretti a Marettimo, che potrebbero intralciare la nostra rotta, non se ne vedono.

Traversata per Levanzo: prua a nord

Traversata per Levanzo: prua a nord

Arrivati a Levanzo: Cala Faraglione

Arrivati a Levanzo: Cala Faraglione

Cala Faraglione

Cala Faraglione

Favignana vista da Levanzo

Favignana vista da Levanzo

Una delle diverse grotte che ammiriamo dal mare

Una delle diverse grotte che ammiriamo dal mare

Punta Pesce

Il paesino di Levanzo

Il cimitero

Facciamo una sosta a Cala Fredda uno dei pochi approdi dell'isola. La spiaggia è parecchio affollata, il tempo della pausa bagno e ci rimettiamo in mare.

Cala Fredda

Cala Fredda

Cala Fredda

Cala Minnola

Altra grotta

Navighiamo verso la punta più a nord dell'isola. L'alta scogliera oscura il sole e, per un'oretta circa, pagaiamo all'ombra. Capo Grosso è la punta nord dell'isola.

Verso Capo Grosso

All'obra della scogliera verso Capo Grosso

>Doppiando capo grosso volgiamo la prua a sud

Doppiando capo grosso volgiamo la prua a sud

Ci fermiamo per fare un'indimenticabile sosta a cala tramontana. Uno posto incantevole! Totalmente selvaggio, l'acqua è di un azzurro intenso, la ricca vegetazione porta con sè gli odori tipici della pineta. Il silenzio ed il mare calmissimo completano una cornice naturalistica di assoluta bellezza.

Cala Tramontana, posto indimenticabile!

Cala Tramontana, posto indimenticabile!

>

La limpidezza dell'acqua di Cala Tramontana...

Bagno a Cala Tramontana

Pausa a Cala Tramontana

Pausa a Cala Tramontana

Pausa a Cala Tramontana

Pausa a Cala Tramontana

Cala Tramontana

Cala Tramontana

Si riparte

Cala Tramontana, si riparte.

Facciamo una sosta, poco dopo, alla Grotta del Genovese. Questa grotta ha una grande importanza perchè al suo interno sono presenti graffiti preistorici risalenti a 11-12 mila anni fa (fase finale del Paleolitico). Purtroppo non possiamo visitarla perchè è possibile farlo solo con una guida.

Sentiero per la grotta del genovese

Sentiero per la grotta del genovese

Grotta del genovese

Grotta del genovese

Foto ricordo

Foto ricordo

Ormai è pomeriggio inoltrato. Stiamo completando il periplo dell'isola e decidiamo di bivaccare a Cala Faraglione, proprio dove eravamo arrivati la mattina partendo da Favignana.

Ultime pagaiate di un giorno ricco di emozioni

Ultime pagaiate di un giorno ricco di emozioni

Verso Cala Faraglione

Verso Cala Faraglione

Sistemiamo le tende e chiediamo ad un gruppo di ragazzi se è possibile da lì raggiungere il paese (non molto distante). Ci rispondono di sì, c'è proprio un sentiero che porta al paese. Ottimo! Stasera, ristorante!

Bivacco a Cala Faraglione

Bivacco a Cala Faraglione

Il campo a Cala Faraglione

Il campo a Cala Faraglione

Faraglione all'imbrunire. Non assomiglia ad un gatto che sta per attaccare un topo?

Sentiero che porta al paese di Levanzo

Sentiero che porta al paese di Levanzo

Il paese di Levanzo

Il paese di Levanzo

Antipasto godurioso

Antipasto godurioso

Pasta con le patelle

Pasta con le patelle

Pasta con pesto trapanese

Pasta con pesto trapanese

Soddisfatti della cena, torniamo a Cala Tramontana, per passare la notte. Ripensando alla giornata appena passata: ma quanti posti belli in un solo giorno!

Stradine di Levanzo. Si ritorna alle tende.

Stradine di Levanzo. Si ritorna alle tende.

Notte

Notte

Ci svegliamo pronti per affrontare, purtroppo, l'ultimo giorno. Rifaremo la traversata, questa volta per tornare a Favignana, completeremo il periplo e ritorneremo in Sicilia, da dove eravamo partiti il giorno prima, a San Teodoro (Marsala).

Risveglio

Risveglio

Durante la traversata per Favignana, riflettiamo su quanto bello sarebbe completare il giro delle Egadi con Marettimo. Per questo volta non possiamo, sarà per la prossima!

Traversata per Favignana

Traversata per Favignana

Prua a sud

Prua a sud verso Favignana

Notte

Ad ovest di Punta Faraglione

Verso Punta Sottile

Verso Punta Sottile

Faro di Punta Sottile

Faro di Punta Sottile

Facciamo una sosta dopo Punta Sottile, in un mare infestato da meduse. La costa si mantiene piatta e bassa.

Costruzioni un po' troppo vicine alla costa...

Costruzioni un po' troppo vicine alla costa...

Altra spiaggia rinomata di Favignana è Cala Rotonda, posto in cui molte barche rimangono spesso ormeggiate.

Cala Rotonda

Cala Rotonda

Cala Rotonda

Cala Rotonda

Cala Rotonda

Cala Rotonda

Cala Rotonda

Cala Rotonda

Verso la Baia del Preveto

Verso la Baia del Preveto

Baia del Preveto

Baia del Preveto

Decidiamo di fermarci per pranzo nella Baia del Preveto. Pranzo a sacco così costituito: pane con tonno, acciughe, pesche tabacchiere e pere coscia.

Ok, ci fermiamo qui per pranzo.

Ok, ci fermiamo qui per pranzo.

Pranzo a sacco nella baia del Preveto

Pranzo a sacco nella baia del Preveto

Bagno durante la pausa pranzo

Bagno durante la pausa pranzo

Si riparte

Si riparte

Momenti di pausa

Momenti di pausa

Isola Preveto

Isola Preveto

Scindo Passo

Scindo Passo

Scindo Passo

Scindo Passo

Da qui in poi si alza un discreto vento che ci fa navigare un po' lontanto dalla costa, non gustandoci un tratto di litorale meritevole. Facciamo una pausa a Cala Azzura, una delle cale più rinomate di Favignana.

Cala Azzurra

Cala Azzurra

Punta Marsala

Punta Marsala

Appena girata punta Marsala (costa est)

Appena girata punta Marsala (costa est)

Doppiata Punta Marsala, puntiamo dritti la Sicilia, il vento gira a nord e ce lo troviamo al traverso. Lo scarroccio è notevole. Abbiamo cercato di correggere la rotta, ma in base al tempo impiegato, che è stato superiore rispetto all'andata, sicuramente abbiamo allungato di qualche miglio.

Traversata verso la Sicilia

Traversata verso la Sicilia

Scindo Passo

Imboccatura nord dello stagnone di Marsala, ormai quasi arrivati in Sicilia.

Fine del viaggio, che ci lascia l'amaro in bocca soltanto per la breve durata.

Riepilogo Viaggio

Dati Viaggio

    Distanza ( 36 NM )
  • Spiaggia ( 10% )
  • Scogliera ( 90% )


Bue Marino, Cala Rossa, Scalo San Giuseppe, Cala Fumeri, Punta Faraglione, Cala Faraglione, Levanzo, Cala Fredda, Cala Minnola, Scogliera orientale dell'isola di Levanzo, Capo Grosso, Cala Tramontana, Grotta del Genovese, Cala Rotonda, Baia del Preveto, Scindo Passo, Cala Azzurra

Nessuna



Tutte le Foto



Torna su